INFINITY INFISSI LEGNO ALLUMINIO

INFINITY INFISSI LEGNO ALLUMINIO

INFINITY INFISSI LEGNO ALLUMINIO
INFINITY INFISSI LEGNO ALLUMINIO
La struttura portante in legno degli infissi Infinity
È formata da due telai il legno massello frassino incollati dopo la verniciatura e l’aggraffatura realizzando un profilo COMPOSTO indistruttibile alle sollecitazioni esterne e al naturale processo di deformazione del legno.
Il particolare sistema di lavorazione, adoperato per Infinity, ha permesso di raggiungere un risultato nelle prove di carico davvero notevole. Su questa struttura viene ancorata la ferramenta perimetrale Siegenia a più punti di chiusura.

La struttura portante in alluminio
Contraddistingue gli infissi INFINITY da tutti i prodotti che invece utilizzano i profili alluminio solo per rivestimento esterno. Le giunzioni degli angoli dei telai fissi ed apribili sono realizzati per mezzo di squadrette pressofuse a tiraggio meccanico esenti da parte metalliche soggette a fenomeni galvanici.
Questo aspetto degli infissi Infinity è fondamentale perché insieme al profilo di legno acquisisce una grande stabilità, più resistenza e durabilità nel tempo.

Collegamento legno e alluminio
Negli infissi Infinity l’assemblagio dei due materiali avviene tramite blocchettini in nylon che assicurano uno stabile blocco tra la bellezza del legno e l’eterna resistenza dell’alluminio. Permettono la scorrevolezza e la diversa dilatazione in senso orizzontale e verticale, creando una camera d’aria ventilata, evitando la formazione di condense o altro.


ABBIAMO SCELTO LA MIGLIORE TECNOLOGIA TEDESCA PER IL FUNZIONAMENTO DEI NOSTRI INFISSI INFINITY, LA FERRAMENTA PERIMETRALE SIEGENIA.

I punti forti delle ferramenta per finestre SIEGENIA sono l’elevata funzionalità e la sicurezza unite al massimo comfort e a un’estetica raffinata.

I vantaggi tecnici di TITAN AF sono evidenti e l’estetica è accattivante. Dal punto di vista della sicurezza è possibile realizzare finestre fino alla classe di resistenza WK3 nelle dimensioni previste dal campo d‘applicazione. Non essendo necessari ulteriori tagli a misura nelle classi di resistenza fino alla RC2. TITAN AF è indicato per finestre in legno, legno-alluminio e PVC. Possono essere realizzati pressoché tutti i tipi di forma, come per esempio rettangolare, ad arco a tutto sesto o ribassato e finestre oblique a una o due ante, bilico orizzontale, scorrevole parallelo, scorrevole in linea o alzante scorrevole.

Uno sguardo ai vantaggi degli infissi Infinity

  • la logistica è studiata per aumentare efficienza e redditività
  • i materiali sono di alta qualità, i particolari sono studiati per essere lavorati nel modo più efficiente e per garantire un’alta funzionalità
  • è possibile realizzare serramenti con classe di resistenza fino alla RC3
  • le cerniere possono essere a vista o a scomparsa
  • vantaggioso anche per il proprietario di casa, che può contare su un’ottima scelta
  • non ci sono limiti nella progettazione, grazie a un’ampia gamma di prodotti.

 

ED INFINE IL VETRO, LA SCELTA PIÙ COMPLESSA PER L’ABBATTIMENTO ACUSTICO E TERMICO E RISPECCHIARE TUTTE LE NORMATIVE VIGENTI PER L’ANTIINFORTUNISTICO.

Le caratteristiche dei serramenti così come la scelta dei vetri ad essi applicati sono molto importanti ai fini della qualità della vita dei diversi ambienti. Riducendo il rumore e la dispersione di calore è infatti possibile rendere molto più accoglienti ed a misura d’uomo le diverse stanze di casa e dell’ufficio.

Il vetro semplice, cioè installare una singola lastra di vetro, è una soluzione abbandonata da tutti i principali produttori di infissi perché non consente di ottenere una adeguata protezione termica ed acustica, infatti oggi gli infissi prevedono di serie il cd. vetrocamera “o doppio vetro” con lastra interna con trattamento Basso Emissivo O Selettivo.

Il maggior risultato nelle nostre zone climatiche lo troveremo utilizzando vetri con questo tipo di trattamento, ed è a scelta del cliente o dei ns tecnici quale tipologia applicare in base all’esposizione solare di ogni singolo infisso.

Inoltre per tenerci in corsa con le normative vigenti per l’antinfortunistica (norma UNI 7697 ), la ns scelta ricade su vetri camera stratificati 3+3 ovvero ( 6/7 ) cioè in composizione 3+3.1 ( lastra esterna ) _15 ( camera ) _33.1 ( lastra interna ) b.e. / selettivo dallo spessore totale di 28 mm ( Ug 1.4 ) ( Ug 1.3 )

 

Esempio composizioni :

33.1_15_33.1 B.e.

33.1_15_33.1 4s Selettivo

33.1_18_4 temperato B.e.

33.1_18_4 temperato Selettivo

 

E per soddisfare richieste esigenti per antieffrazione, abbiamo la possibilità di applicare due tipologie di lastre antieffrazione. 5+5.4 o addirittura 6+6.8.

[vivafbcomment count="off" num="6"]