L’esperto risponde: é vero che il PVC è cancerogeno?

L’esperto risponde: é vero che il PVC è cancerogeno?

Da professionisti del settore infissi e serramenti, sempre più spesso i clienti ci chiedono consulenze e ci sottopongono i loro dubbi.
Oggi vogliamo parlarvi della notizia che viaggia da tempo su internet e che ci viene chiesta dai clienti:
il PVC è CANCEROGENO?
Internet, purtroppo, o per fortuna, è sempre più spesso strumento di diffusione di notizie che spesso, però, risultano essere errate o quanto meno parziali: le ormai note BUFALE.

Per fugare una volta per tutte questo dubbio, vi spieghiamo in questo breve articolo perchè il PVC é CONSIGLIATO per la realizzazione di INFISSI e PORTE-FINESTRE.

Partiamo col ricordarvi che questo materiale è ammesso dal Regolamento Reach dell’unione europea e che è già presente abbondantemente nelle nostre case o uffici, perchè è utilizzato in molte applicazioni che hanno a che fare con l’igiene e la salute umana: tubature per l’acqua potabile, pavimentazioni, arredo, abbigliamento, film per utilizzo alimentare, farmaceutico e medicale come le tasche per il sangue.

Altra notizia che garantisce la totale sicurezza e sostenibilità del PVC è che il Ministero dell’Ambiente fa rientrare i serramenti in PVC tra i prodotti ammessi per gli Acquisti Verdi all’interno del Piano d’azione per la sostenibilità ambientale dei consumi della Pubblica Amministrazione.

Se queste informazioni non dovessero soddisfare il vostro dubbio, vi spieghiamo di seguito anche il perchè è nata e si è tanto diffusa questa “bufala”.

All’inizio degli anni ’70 per ottenere l’alta resistenza dei profili in PVC si impiegavano prima il cadmio e successivamente i composti al piombo. Questi due materiali non hanno fama di essere salubri ed infatti è in questo periodo che con grande probabilità la credenza che il PVC fosse cancerogeno ha origine.
Col passare degli anni grazie alla ricerca ed all’impiego di nuovi materiali e composti i migliori produttori come VEKA, offrono una nuova tecnologia con l’impiego di stabilizzanti ecologici a base di calcio/zinco.
Grazie a questi materiali si salvaguarda la nostra salute e l’ambientale, si rispettano le risorse naturali – in quanto riducono l’uso di costose materie prime, energia e materiali- riciclo del materiale – in linea con gli obiettivi fissati dall’Unione Europea, limitando ai minimi storici l’utilizzo del piombo.
La ben nota “longevità” dei profili in PVC è ottenuta grazie all’utilizzo di questi stabilizzanti che migliorano ulteriormente la resistenza agli agenti atmosferici tipica del cloruro di polivinile.

Ci auguriamo che queste informazioni chiare, dettagliate e documentate siano state di aiuto a tutti coloro che erano convinti di una diceria diffusa, ma non confutata.